sabato 16 luglio 2016

" ...m'n' vac'a lu tabbaren' ...e m'n' esc' quant' chiod'... "

Dal giornale ci informarono che Fratelli d'Italia, a livello locale, avrebbe voluto proporre anche a noi del Movimento 5 Stelle, agli attivisti bellizzesi un <<...confronto politico affinché i loro punti programmatici... trovino un riscontro... ...altrimenti ...in lizza con una loro lista ed un loro candidato sindaco...>>.
Con franchezza, a Cesaro, Bove (...ora nel Forum Cultura e Pari Opportunità, oltre ad essere avvocato da short-list, in affidamento diretto come per legge, presso lo stesso comune di Bellizzi), e Locascio, rispondemmo un bel NO!, parecchio celermente... prima dell'inizio di aprile 2014; consorzio agrario, stadio, fasce deboli, cimitero e pressione fiscale... i cinque punti,  gli stessi che li spinsero ad appoggiare Salvioli alle precedenti elezioni (...e ne rispettarono?), che hanno poi riproposto anche a Volpe & C.

Sappiamo bene che fare non è dire, che tra promettere e mantenere vi è un abisso spesso incolmabile... però, pensammo: perché continuare a volare così in alto, con gli stessi attori... e non planare sulle cose semplici, intuitive, utili alla collettività in tempi brevi e facilmente realizzabili?

Nessuno oppose a quei punti alcun diniego, ci mancherebbe! Ma chiedere a chi per anni ha fatto altro ed in altro modo, diverso da quello auspicabile dalla cittadinanza, lascia l'amaro in bocca... come di chi vorrebbe farsi spazio, aprirsi spiragli e mettersi in mostra... no?

Gran parte di quelle idee sarebbero state anche le nostre, certo non per i cinque anni a venire, forse in dieci o quindici... di questi tempi...!
Avevamo un programma a lunga scadenza, veicolato in vari modi... ed un altro più concreto che ultimammo con tanta partecipazione, senza aver neanche certezza in merito alla competizione di quel 2014.

Ma a voi (...i tre Fratelli d'Italia...), ad oggi, come sembra sia andata?
Cosa ve ne pare di questi primi 25 mesi??
Quale il resoconto attuale???

Resta la voglia, da parte di tanti, di dare il proprio contributo a che le cose cambino, a che le persone s'informino e decidano di scriversi un futuro a loro misura, con meno deleghe e più impegno.
Solo questo abbiamo ancora da dire, con idee diverse e facce nuove, al tavolo di una pizzeria, seduti al bar o in una sede politica aperta... nulla più!

P.S.: ...magari ricompensando lo scrivano!!! ;)


giovedì 14 luglio 2016

" PinoS "

...nuovamente un contatto diretto con gli "alieni" della cosa pubblica, ex amministratori ora al servizio dell'ente: Pino Schiavo.
Un amico, un caro ragazzo, il mio celebrante di nozze comunali, un compagno radiofonico, ecc... ecc...
Ora vittima di un errore partitico abnorme; uno strafalcione che sa poco di politica e più di "interesse": candidato ed eletto alle scorse comunali, dimessosi ed assunto a tempo determinato presso il nostro municipio.

La Bellizzi di Città Possibile ci sta consegnando un vecchissimo modello di autoritarismo territoriale, decisionismo sterile e non partecipato, cupa trasparenza ed incapace volontà.

Questo il "carteggio" che credo valga la pena leggere... e che sicuramente invierò a chi di dovere per i necessari chiarimenti:



...ed ecco la sottospecie di non velata minaccia:

...poi la mia proposta di cambiare metodo, pubblicare e discuterne in modo trasparente:


N.B.: ...qualche dettaglio irregolare?!? :(((

*****

P.S.: ...ricordiamo l'invito successivamente... rinnegato!?!



P.P.S.: ... signor Sindaco chi ha scelto l'ingegnere, come e perché??? Non avremmo potuto utilizzare un metodo altro??

lunedì 27 giugno 2016

" ...e quarantadue! "

" Siamo rimasti solo voce. ...
 Non abbiamo più peso, né corpo, né vita,
 siamo soltanto voce. ...
 Siamo rimasti Voce, senza più corpo,
 sul bordo della nostra gioventù,
 sull'orlo di come sarebbe dovuta andare. ...
 Puniti dalla troppa passione,
 ci si è portati al punto di rimanere fermi davanti ai bivi.

 Allora ci è voluto il ritiro, l'impresa e l'epopea.
La voce è diventata la nostra divinità, il nostro nume. ...

 E' il flusso. La frana. Lo smottamento!
 Niente può stare fermo, niente rimane uguale,
 e tutto quello che resta fermo marcisce e si decompone da solo. ...

 Bene, amico mio... ma adesso lasciati dire una cosa...
 è lo sparagnismo che ti sta mangiando...
 tu le persone le tocchi soltanto, non afferri.
 Hai bisogno di uscire, vatti a fare una toccatina in giro...
 e poi tornatene indietro, sazio o no... non importa...

 Ah... io nel mio sto volentieri,
 la solitudine la so ammazzare da solo,
 ma per reggere la compagnia ho bisogno di distrarmi.
 Quando esco, allora lo voglio tutto il mondo,
 voglio parlarci, andarci in fondo,
 se no non mi ci affaccio nemmeno...
 e se non c'è di che parlare allora mi tocca ubriacarmi,
 e quando anche con quello non si arriva a niente,
 allora comincio a ringhiare... la rabbia mi piace,
 ti fa sentire stupido, ignorante e giovane. "

( Non si muore tutte le mattine, Vinicio Capossela - 2004 )

giovedì 23 giugno 2016

" Dire, fare... lettera o testamento? "

Ormai è fatta: stiamo finalmente capendo che questo è il tempo per provare a cambiare le cose, quelle che ci riguardano, che interessano la nostra vita, la nostra Politica!
A livelli altissimi, pensiamo a Roma Capitale, a Torino ed altre decine di comuni in tutta la Penisola, il virus inoculato dal MoVimento5Stelle inizia a fare effetto.

La partecipazione dal basso, del cittadino non più semplicemente elettore, è un dato di fatto, acquisito. Ben venga questa sensibilizzazione, questa presa di coraggio anche dalle nostre parti.

In tempi non sospetti ci eravamo candidati alla guida di Bellizzi, come gruppo di giovani neofiti, attivi ed interessati al bene comune; non siamo stati scelti, non ritenuti all'altezza... ma ciò non cambia l'attenzione che continuiamo a dedicare all'amministrazione locale.

Avevamo proposto poche semplici azioni di governo:
- un ruolo del cittadino informato e partecipe con referendum e/o consultazioni popolari
- consigli comunali domenicali, in streaming e/o videoregistrati
- massima trasparenza in merito alla nostra cosa pubblica, debiti/crediti ed entrate/uscite
- eletti in carica per massimo due mandati, niente più politica per professione, nessun doppio incarico
- a metà mandato recall con gli elettori a decidere per il meritevole proseguimento dell'esperienza in Comune
- portavoce, eletto sindaco, con stipendio massimo di €.1500,00 mensili
- attenzione "maniacale" alla crescita culturale delle nuove generazioni, internet, lingua inglese, musica e belle arti
- realizzazione di un cineteatro, possibilmente nell'area dismessa dell'ex Consorzio agrario, e visite guidate nei tanti centri d'interesse culturale delle nostre zone
- progetto di condivisione della connessione WiFi per le strade principali della città, con accesso libero in modalità wireless in tutte le piazze
- integrazione reale con i nostri nuovi concittadini, scambi linguistici, tra "ex-stranieri" ed "autoctoni", e di cultura generale, ognuno dal propri paese d'origine
- medicina territoriale come punto di partenza, medici in rete, screening e consultori pro assistenza personalizzata
- acqua come bene comune, in gestione pubblica con impegno di spesa pro fontane comunali "controllate" per acqua depurata e micro-filtrata, zero costi aggiuntivi per gli utilizzatori
- edifici pubblici a norma, comprese le strutture restituite alla gestione comunale per un utilizzo diretto e funzionale, parecchio più consono, anche pro sport, cultura ed attività ludiche, sempre gestite con il principio della redistribuzione in base alle effettive capacità contributive dei singoli
- impegno continuo della comunità tutta per il raggiungimento dell'obbiettivo rifiuti zero, meno imposte sullo smaltimento, grazie alla riduzione, la riutilizzazione ed il riciclo, sgravi per chi ricicla bene e meglio, cestini differenziati anche per la raccolta in strada
- crescita del verde pubblico con zone parco completamente libere dal cemento
- agevolazioni, e possibili finanziamenti, per impianti di depurazione a privati ancora non collegati alla rete fognaria comunale
- attenzione all'edilizia conservativa, demolizioni, ricostruzioni e cambi destinazione d'uso, prima di costruire ex-novo rivalutare e bonificare l'esistente, l'ambiente, il territorio ed il consumo di suolo
- organizzazione e promozione di trasporti condivisi (car-sharing) tra cittadini, con mezzi di trasporto comunali, opzionabili ed a disposizione dei pendolari, per risparmiare, a livello economico, e non inquinare
- studio di fattibilità in merito alle piste ciclabili ed all'incentivazione massiccia delle bici in città
- favorire le nostre aziende e la nostra manodopera locale, a rotazione, anche a parità di preventivo per forniture di beni, servizi e lavori pubblici (questi ultimi sempre a copertura preventivata e prontamente disponibile)
- sgravi sui tributi comunali per chi utilizza al meglio l'energia ed incrementa il risparmio energetico
- gestione energetica comunale, comprensiva dell'intera riqualificazione dell'illuminazione pubblica, gestita con le tecnologie a minor impatto energetico
- attenzione alle dinamiche di finanziamento europee, Europa come Comunità solidale e non Unione sovrana!

Cosa invece è stato fatto? Quanto promesso da Città Possibile in campagna elettorale è, quantomeno, in stato di definizione/attuazione?? Interessati a saperlo???

Restate in attesa... o, meglio ancora: attivatevi, informatevi, partecipate!!!

...at soon!!! :-)

lunedì 20 giugno 2016

" Andare... "

E' andata! La riVoluzione è partecipata!

Una notte "stellata" non ci ha fatto dormire, anzi ha svegliato i tanti che ricominciano a sperare, a pensare che un'alternativa valida è a portata di mano.
L'incredibile sogno si realizza; quello di riportare il cittadino elettore al centro della sua vita Politica.

L'attesa vittoria della Raggi a Roma, quella incredibile della Appendino a Torino... e gli altri 17 comuni (su 20 al ballottaggio) conquistati dal MoVimento 5 Stelle in tutta Italia... rimettono le ali ai piedi della speranza, della passione e della lotta civica!

De Magistris che si riconferma un baluardo anti sistema partitocratico, unico contraltare ai "grillini".
Il PartitoDefunto ormai amalgamato, il più possibile, con quel che resta del Centro(?)Destra(?).
Le prove, anche nelle nostre zone (leggi Salerno, Battipaglia, Montecorvino Pugliano...), di commistioni sfacciatamente interessate... :(

Astensionismo onnipresente... e voglia di riscatto??? In attesa di conferma!
Dove, come e quando??? Alle prossime occasioni, con i referendum autunnali.
Tocca a noi, singolarmente, uno ad uno: andare a firmare, veicolare il messaggio costituzionale e combattere con un NO deciso il logoramento, non più asintomatico, in atto.

N.B.: ...chiedete nei vostri comuni, i moduli sono stati distribuiti:
f i r m a t e ! ! !

Andiamo! Prima si ara, poi a seminare... per veder germogliare!!! :D